Home   >   Technology   >   Bonifiche ambientali da microspie

Bonifiche ambientali da microspie


Attività tecnica indicata nei casi in cui necessita accertare se si è vittime di stalking, prevenire e/o reprimere attività volte al controllo non autorizzato, all’intercettazione illecita, allo spionaggio industriale ovvero nei casi di sospetta esistenza in un ambiente privato di microspie, microtelecamere, registratori vocali, e di altri possibili dispositivi elettronici atti a captare abusivamente suoni e immagini.

Tale intervento è particolarmente indicato per chi si ritrova coinvolto e interessato in cause e controversie private e aziendali, problemi e altre criticità personali e familiari, per chi ricopre posizioni sociali di particolare rilevanza e di potere, per soci, agenti e amministratori di aziende, e per tutti coloro che intendono preservare la propria privacy, incolumità e sicurezza.

Nei casi d’illeciti accertati l’intervento tecnico sarà altresì finalizzato al reperimento di prove utili e necessarie per sporgere formale querela/denuncia presso le Autorità competenti e supportare efficacemente azioni legali nei confronti degli eventuali autori identificati e coinvolti nell’illecito.


Focus delle indagini


L’intervento tecnico è svolto attraverso specifiche competenze di TSCM (Technical Sourveillance Countermeasures), utilizzo di software certificati, attrezzature altamente tecnologiche ed altre attività di analisi, ricerca, verifica e accertamento di tipo elettronico e fisico degli ambienti e degli impianti.


L’intervento di Bonifica ambientale presso abitazioni e uffici è eseguito attraverso un’ispezione fisica ed elettronica degli ambienti interessati con esamina degli impianti, delle reti e di altri innumerevoli oggetti ivi presenti, finalizzata alla rilevazione di apparecchiature elettroniche (funzionanti e/o non più funzionanti, in condizioni di stand-by, spente, in modalità “anti bonifica” o semplicemente con batteria esaurita) quali micro trasmettitori di tipo analogico, digitale o GSM, microtelecamere, microregistratori, microfoni cablati, sistemi wireless, Wi-Fi e Bluetooth, sistemi laser o infrared e di ogni altro tipo di possibile attacco ambientale effettuabile. In caso di esito positivo, si procede con un’ulteriore esamina delle apparecchiature rilevate (forensics degli strumenti d’intercettazione) al fine di acquisire tutte le informazioni utili per stabilire da chi, quando e come siano state collocate.

Terminate le attività di analisi è rilasciata al Cliente una Perizia Tecnica a uso legale contenente nel dettaglio la tipologia dell’intervento eseguito, la strumentazione utilizzata, le note tecniche e le relative risultanze acquisite; all’occorrenza è sempre garantita relativa presenza in dibattimento in qualità di Consulente Tecnico di Parte (CTP) atta a confermare quanto tecnicamente svolto, rilevato e documentato in corso attività.

ATTENZIONE
L’intervento prevede un “analisi del rischio” preliminare volta ad accertare se l’attività di bonifica è regolarmente eseguibile, onde evitare eventuali illecite interferenze con possibili attività d’indagine in corso poste in essere dalle Autorità Giudiziarie.

Per maggiori informazioni contattaci o richiedi un appuntamento